Inferno Training Camp: andare all’Inferno è più facile

Quando l’Inferno si avvicina non bisogna farsi cogliere impreparati. Per il Training di settembre avevo chiesto che fosse presente anche un servizio manicure, perché ostacoli e fango si sa, rovinano le unghie. Mi dicono che all’Inferno City del 21/22 ottobre sarà davvero possibile rifarsi le unghie, ma trattandosi di fiorentini, ho il dubbio che mi stiano prendendo in giro. Staremo a vedere.

Nel frattempo, se per voi le unghie rotte non sono un problema, potete approfittare del Camp per prendere confidenza con gli ostacoli. Per quanto mi riguarda dopo alcune Spartan e la Inferno dello scorso anno, i muri non hanno piu segreti, a patto che ci sia chi li spolveri e qualcuno che mi aiuti a superarli. In fondo il segreto dell’Inferno è proprio questo, non conta arrivare prima, conta il viaggio. E se il sommo poeta ci ha messo 33 cantiche a raccontare il suo viaggio attraverso l’Ade beh, allora a voi e a me un allenamento in piu male non può fare.
Magari il mio training si svolgerà nella stessa giornata in cui ci saranno anche le campionesse del Team Inferno, come Diana Hartan (terza agli europei di luglio) o Ginevra Cusseau che fa riscaldamento allo stesso ritmo con cui io faccio le ripetute, e qualcosa potrei assorbire, anche solo per osmosi.

Inferno Training Camp

Per tutto il mese di settembre i migliori istruttori della Federazione OCR, gli atleti del Team Inferno e altri ospiti del panorama delle corse a ostacoli aiuteranno ogni povero diavolo a prepararsi all’Inferno City. Inferno Training Camp diventa di fatto la nuova casa degli ostacoli diabolici aperta a tutti.

Dante era ghibellino e fu esiliato nel 1298 dai Guelfi che avevano preso il potere a Firenze. L’Inferno apre i battenti del proprio campo stabile (Inferno Training Camp) proprio nello stadio dei Guelfi. I due fatti sono collegati? Assolutamente no, però visto che tutti gli ostacoli hanno nomi di ispirazione dantesca e che la cultura è importante lo abbiamo ricordato. Cosi come è da ricordare che da settembre ci sarà a Firenze un posto stabile dove allenarsi. A ospitare l’Inferno sono proprio i Guelfi di Firenze, la squadra fiorentina di Football Americano. La squadra dei Guelfi è stata anche protagonista in prima persona alle ultime due edizioni della Inferno costituendo, in perfetta tenuta da gioco con casco e armatura, un ostacolo umano che sbarrava il passo ai partecipanti.

Inferno Training Camp è quindi il posto ideale dove provare gli ostacoli della Inferno Run di ottobre. Già lo scorso anno gli appuntamenti di preparazione erano stati presi di mira da chi si voleva sentirsi più tranquillo in vista della gara.

Si tratta di imparare come si supera un muro piu alto di una rete di pallavolo e come sia il modo migliore di superarne uno alto come un carrello della spesa. Si tratta di prendere confidenza con un asse di equlibrio e con una slack line. E il sacco di sabbia, qual è il modo migliore per trasportarlo? Una multibar con anelli come si supera? Ci saranno istruttori certificati della FIOCR (Federazione Italiana OCR) disponibili anche per sessioni private durante la settimana.

GLI OSTACOLI

Alcuni ostacoli erano già presenti nelle passate edizioni della Inferno Run, altri si aggiungeranno via via e il Camp sarà anche il luogo di sperimentazione di nuovi e infernali ostacoli. Ci potranno essere quindi delle novità ogni settimana.
Nel mese di agosto l’organizzazione lavora a temperature degne di Lucifero per poter consegnare al ritorno dalle vacanze una struttura adeguata a tutti i partecipanti e cioè:

Cinque tipi diversi di muri di legno, alti, bassi, larghi, altissimi o inclinati, con corde e senza.

Almeno 3 ostacoli diversi di equilibrio

Vari trasporti e ostacoli di forza

Una nuova multibar da 9 metri da tre corsie che cambierà forma ogni volta e che si presterà per allenare ogni giorno in maniera diversa. Per informazioni ulteriori scrivere a training@infernorun.it

Le date di settembre:

  • – sabato 2
  • – domenica 10
  • – sabato 16
  • – domenica 24
  • – sabato 30

Iscrizioni qui